L’età dell’oro

15 ottobre 2009

head-of-a-youth-1910

Un’osservazione di Kafka sulla giovinezza dice: “La giovinezza eterna è impossibile: anche se non ci fossero altri ostacoli, la renderebbe impossibile l’osservazione di se stessi”. Io abito in quell’età in cui essere giovani diventa un dato relativo. Relativo a se stessi e alla propria condizione, relativo alle persone con le quali ti confronti, relativo alla curva del tuo sorriso e all’angolatura dei tuoi occhi. La gioventù assoluta, incontestabile, invece è quella dei vent’anni, quando senti l’obbligo di amare e odiare con uguale ferocia. Io di anni ne ho trentasei e per quelli che sono più vecchi di me di una decina d’anni sono ancora un airone incompiuto, uno che puzza ancora di sorgente. Al contrario, per uno che conta i dieci anni di distanza a partire da dietro, incomincio ad apparire, non dico vecchio, ma già fatalmente segnato dai vizi di generazione, vizi che poi ti porti dietro per tutta la vita, nella pioggia, nei lampi, nei tuoni, così come nel sereno. Ultimamente mi fermo spesso a considerare la natura di quei vizi, a ripensare a cos’è stata la mia generazione, quella che non ha presidiato neppure per un minuto la giovinezza, perché era già troppo impegnata a disfarsene e a negarla, quando invece avrebbe dovuto perlomeno goderne. Quelli come me si sono trovati subito in una via senza sbocco, con poca fantasia e poca leggerezza, e con il coraggio di ribellarsi solo a se stessi. Quelli come me si sono sparati un colpo di fucile in una rimessa insieme a Kurt Cobain, accorgendosi solo dopo che quello non era un suicidio eroico da rockstar, ma una disgraziata morte senza stile. I versi di Ángel Guinda che ho trovato oggi, allora, sono un epitaffio perfetto per i nati di quella generazione, per quelli che camminano nel deserto, affratellati soltanto dalla cenere, che è il cuore stesso del loro mondo.

Ángel Guinda, L’ETÀ DELL’ORO

Non rimpiangere
d’aver perduto lo splendore giovanile,
le esplosioni della vita,
in cambio
di un orizzonte di cenere.
Nessuno può camminare
in mezzo a un bosco in fiamme,
ma attraverso il deserto, sì.

Annunci

3 Risposte to “L’età dell’oro”

  1. Autunno Says:

    Parla solo delle cose che conosci è un precetto al quale cerco sempre di attenermi. Io non so i tuoi trentasei anni. Ho saputo i miei e so che sono sempre stato in ritardo di un decennio sulla mia generazione, per cui avevo lo slancio e l’entusiamo di un ventiseienne.
    Ma per come io ti percepisco tu non appartieni alla tua generazione. Sei un uomo e una voce senza tempo, così come senza tempo ci appare il deserto. Nelle, ancora poche , parole che ci siamo scambiati, io mi sono sentito figlio,fratello e padre, nonchè viandante compagno di strada. Questa unicità, proficua sul piano artistico, reca però una condanna, la solitudine dello sguardo. Qualcuno ha detto che i poeti occidentali appartengono “alla selva oscura” e quelli orientali “al deserto”. Tu appartiene ad ambedue. Anche per questo sei, e sei destinato ad essere unico.

  2. Andrea Pomella Says:

    Marco, non credo che nessuno abbia mai speso per me parole più belle di quelle che mi hai riservato tu stamattina. Te ne sono grato, di cuore.

  3. maria Says:

    Mi inserisco in questa comunicazione di viandanti che si dibattono tra selve oscure e aspirazione al deserto…mi viene in mente “Il coraggio del pettirosso” di Maggiani.
    E mi sento molto inadeguata, perchè non ho mai voluto rinnegare gli sbagli, anzi me li sono giustificati, autoassolvendomi.
    Alla mia età e come donna, potrei camminare su un prato, però molto attenta alle mine: so che ci sono e talvolta ben mascherate.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: