L’arte, credimi, non è affatto importante

22 gennaio 2010

Mi chiedo che posto abbia l’arte, e in particolare la letteratura, nella mia vita di uomo. Se essa sta ai margini come un fiume in serena intimazione, o in alto sopra di me, come un uccello imponente che spiega le ali e mi fa ombra, o dentro, nel profondo, come una voce ineludibile e misteriosa. Mi chiedo se sia un gioco cosciente che non mi decido a smettere di praticare, o una cura per gli occhi e per l’anima, che hanno sempre tante cose da farsi guarire. Il fatto è che non so quanto sia davvero urgente in me inventare racconti e moltiplicare personaggi, pugnalare questo o quello, mettere al mondo mille volte Eva e altrettante Caino. Le parole hanno questo potere segreto. Eugénio de Andrade, in un paio di versi bellissimi di una sua poesia dedicata proprio alle parole, scrive: “Chi le ascolta? Chi / le raccoglie, così, / crudeli, disfatte, / nei loro gusci puri?”. Io mi sono intagliato sul petto questa lettera grande che mi porto dietro in ogni cosa che faccio, assetato o affamato che sono, pronto a saltare sul ciglio di una montagna o nell’inferno di una città. Ma chi ascolta davvero queste parole? Chi le raccoglie? È l’assillo costante di ogni creatura umana che abbia almeno una volta sperimentato l’arte della scrittura, perché non c’è uomo al mondo che scriva unicamente per se stesso, per quanto ne dicano i più puri di spirito. Ieri sera, poi, mi sono stati recapitati per posta questi versi di uno dei poeti che amo di più, Izet Sarajlić. Mi è tornata alla mente la voce di Erri De Luca che si rivolgeva direttamente all’amico defunto Sarajlić (“Ho bevuto con te e così, per la misteriosa proprietà transitiva dei poeti e dei bicchieri, io mi sono trovato seduto a tavole remote, dove mai mi sarei azzardato a chiedere permesso”). Ma poi, al termine di ogni riflessione possibile, alla fine di questa tirata sull’arte e sul posto che vorrei riservarle nella mia vita, c’è questo finale, i versi ultimi che chiudono Al calar della sera. Il maestro solleva il mondo e tutto improvvisamente mi diventa più chiaro… L’arte, credetemi, non è affatto importante!

.

Izet Sarajlić, AL CALAR DELLA SERA

Sul campo di pallone
un ragazzo
sta suonando la chitarra
mentre sopra di lui
vola una granata da Poljine.

Un futuro Bulat Okudhzava di Sarajevo?

O ragazzo,
continua pure a vivere,
e l’arte,
che per me era tutto,
l’arte,
credimi,
non è affatto importante!

Annunci

5 Risposte to “L’arte, credimi, non è affatto importante”

  1. domenica Says:

    vorrei ringraziarti per le meravigliose offerte in perle di “divagazioni”, che dedichi a me e a chi come me si sente fortunato nel riceverle tutti i giorni! grazie. Dom

    • Andrea Pomella Says:

      Sono io a ringraziare te e a ritenermi fortunato per commenti come il tuo. Grazie infinite Domenica.

  2. Isabella Verdiana Says:

    Nulla é importante in questo mondo, neanche l’arte se tu volessi attrubuirle un significato per altri, ma é fondamentale se fa di te ciò che sei… e per il significato che acquisiscono le parole e quello che di te c’é in esse. Complimenti sempre Andrea! Isa

    • Andrea Pomella Says:

      Per me ancora non è volata la granata da Poljine, per me l’arte è ancora tutto (o quantomeno una buona parte del tutto). Un abbraccio Isa.

  3. Marta Says:

    E’ vero che nessuno scrive unicamente per sé stesso, ma a mio avviso ci sono tante persone che scrivono “unicamente” per gli altri, ossia per averne un tornaconto (in termini di fama, soldi, ecc). E scrivendo solo per un secondo fine si perde tanto della bellezza dell’arte..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: