I topi del paese

La donna sui settanta è vestita come una ricca bomboniera, agghindata di fiori essiccati, nastri e racchettine per i confetti. In testa ha un cappellino lilla che andrebbe bene alla Royal Ascot, il raso lucido del vestito riflette i raggi del sole di primavera. Fa caldo alle dieci del mattino, così abbasso il finestrino della macchina mentre guardo a destra e a sinistra prima di infilarmi nella strada principale. Lei è in agguato sul limite della zona riservata ai parcheggi, le sue scarpine rosa luccicano come diamanti. Immagino che le abbia scelte nella vasta gamma del suo guardaroba rifinito da vera signora. Lei fa per attraversare, «Posso?» mi chiede con una voce che conserva larghe tracce di una giovanile e mai approfondita inclinazione da soprano. «Prego» rispondo io sollevando un braccio e indicandole la strada. Il suo lento défilé mi dà l’occasione di notare il piccolo bagaglio significativo che la signora esibisce con sfrontato compiacimento. Un piccolo vassoio di bignè, un rametto d’ulivo e un giornale. I bignè li ha acquistati nella rinomata pasticceria di questo ricco quartiere borghese che le è cresciuto addosso come un abito ben confezionato. Il ramo d’ulivo è il segno tangibile che ha appena adempiuto al terzo comandamento santificando il giorno di festa (che in questo caso coincide con la domenica delle palme). Il giornale è uno di quelli schierati dalla sua parte, quella dei proprietari di patrimoni e redditi solidi che hanno fede in Dio e nel buon costume degli italiani. Quello stesso giornale oggi titola in prima pagina: “Al PD non piace la gnocca”. Chissà che fremiti la signora, fra uno sghignazzo e qualche bel ricordo di gioventù, prima di bagnare il rametto d’ulivo, pronunciare un padrenostro e ringraziare una volta ancora Dio di non averla fatta nascere comunista.

.

Rafael Courtoisie, LA MUSICA UCCIDE LA FAME

Il flautista non riuscì a portarsi via
i topi dal paese.

I bambini li divorarono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: