Se Goethe non fosse venuto al mondo

20 aprile 2011

Interrogarsi sul senso del fare letteratura è sempre un buon esercizio. Interrogarsi sul ruolo dell’opera letteraria come fattore di influenza sociale è mettere le mani in un ginepraio. Avendo poco a cuore il destino delle mie dita, leggevo stamattina un intervento di Saramago risalente al 1999 sull’irresponsabilità della letteratura. Tra le molteplici cose interessanti che diceva il grande scrittore portoghese c’era questa: “Nel piano dell’etica, dei valori, del rispetto umano, si vorrebbe dire, senza ironia né cinismo, che l’umanità (mi riferisco, è chiaro, a quello che siamo soliti designare come mondo occidentale) sarebbe esattamente quella che è oggi, se Goethe non fosse venuto al mondo”. Non che Saramago avesse qualcosa contro Goethe. Più genericamente prendeva in prestito il suo nome per esprimere un concetto più vasto che riguarda l’impotenza della letteratura, di ogni opera letteraria e del loro insieme, di influire effettivamente nella vita sociale degli uomini. Non sono d’accordo con Saramago. E dico che Saramago stesso è uno di quei pochi (davvero pochi, questo sì) autori contemporanei capaci di incidere eccome nella realtà sociale del “mondo occidentale”, quantomeno se intendiamo la realtà sociale come un organismo costituito da singole personalità variamente influenzabili che contribuiscono ciascuna alla formazione di un modus vivendi, di un ambiente e di una cultura comuni. Il vizio che condiziona l’argomentazione di Saramago è secondo me di natura ideologica, ossia il voler considerare la collettività, secondo una lettura biopolitica, come corpo sociale. A parer mio, ogni minima rivoluzione che un autore di letteratura porta all’interno della psiche individuale di un singolo individuo fa sì che la letteratura (come del resto la musica, l’arte, la politica, la filosofia, l’intrattenimento) rientri, a pieno diritto, fra i grandi agenti di trasformazione sociale.

Annunci

5 Risposte to “Se Goethe non fosse venuto al mondo”

  1. libera Says:

    Certo verrebbe di lanciarsi appassionatamente nell’apologia della parola scritta, della funzione salvifica della letteratura, di questo strumento che legge la realtà, la interpretra e forse la fa esistere. Poi ascolti i discorsi della decine di persone che ogni giorno ti passano accanto sul tram, all’ASl, ai giardini, sul posto di lavoro e come non dar ragione a Saramago? Oggi ci sono mezzi più potenti, più facilmente fruibili e decisamente più accattivanti per influire sul modo di pensare e perciò di essere di milioni di individui, mezzi che inneggiano all’unico modello vincente in questa società occidentale “homo consumator”. Oggi conti se hai, se possiedi, se consumi e puoi comprare tutto quello che vuoi: gli oggetti , le persone. L’importante è consumare, consumare sempre consumare.. te stesso, il tuo cervello…..

    • Andrea Pomella Says:

      Ecco, questo tuo commento si lega idealmente al post che ho appena messo su oggi. L’uomo “consumatore” che diventa uomo “consumato”.

  2. elena Says:

    Il problema è, secondo me, che ci sono persone che non solo non leggono, quindi non fruiscono la letteratura, ma neanche si interrogano se seguire la moltitudine, la moda, anche quella intellettuale, badate bene, sia o no un fatto positivo.
    Francesco Guccini, in una delle sue meravigliose canzoni dice: …figuriamoci Goethe!!!!
    Non credo che la letteratura sia per molti, quindi che possa influire sul senso civico e sociale della gente, anche se condivido l’idea di Andrea dell’influenza che la letteratura ha su ogni sigolo individuo…ma questo non dà ancora più ragione a Saramago???!!!!

  3. elena Says:

    Francesco Guccini dice…non so cosa succede a questo coso…

  4. elena Says:

    si rifiuta di scrivere la frase del guccini….!!!!! ma perchè?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: