Si può insegnare l’arte del romanzo?

Sono molto scettico sull’efficacia dei corsi di scrittura creativa. Soprattutto per quell’aggettivo, “creativa”, che mi è sempre suonato pletorico (penso infatti che la scrittura sia sempre creazione, anche quando si redige un crudo verbale). In paesi stranieri dove lo stato generale delle arti e della letteratura è più salubre che da noi esistono cattedre universitarie dedicate a questa disciplina. In Italia si va avanti nella più completa improvvisazione. In buona sostanza i laboratori di scrittura creativa da noi sono diventati una voce importante nel budget di autori già affermati e di case editrici col fiato corto. Soprattutto nel secondo caso la partecipazione al corso nasconde spesso un’allusione alla possibilità di una scorciatoia per la pubblicazione del fatidico primo romanzo. L’aspirante scrittore del resto rappresenta ormai una miniera d’oro per gli addetti del settore. Credo che la diffusione selvaggia di questo genere di corsi abbia provocato a lungo andare un appiattimento complessivo dei linguaggi e delle tendenze richiesti dal mercato editoriale. In certi casi, parlo di corsi d’élite, la partecipazione illude di poter entrare a far parte di una delle tante lobby che si spartiscono il mercato della cultura in Italia. A me sembra che tutto questo meccanismo sia proteso a far ottenere a un certo numero di persone un codice isbn da esibire, mentre in realtà insegnare a fare letteratura significa affrontare un’analisi del romanzo lanciandosi in un’esplorazione di tutto ciò che ne anima il corpo, la coscienza, il cuore. Penso di non sbagliare se dico che, in nove casi su dieci, prima di iscriversi a un corso di scrittura creativa e pagare magari anche qualche centinaia (se non migliaia) di euro, valga la pena leggere un libro come L’arte del romanzo di Milan Kundera. È pubblicato da Adelphi e costa 13 euro. Fra quelle pagine c’è molto di più, soprattutto c’è molto amore per il romanzo letterario, e per chi scrive è uno scrigno pieno di tesori.

Annunci
6 commenti
  1. libera ha detto:

    O anche “Se una notte d’inverno un viaggiatore” di Calvino. Sei d’accordo?

  2. A me sembra che l’analisi di Andrea sia efficacissima. Come si può insegnare un’arte? Al massimo si può insegnare una tecnica, che è il prodromo dell’arte, ma non l’arte stessa… nemmeno io credo ai corsi di scrittura, perché sottendono l’illusione che si possa imperare non a scrivere, bensì a fare letteratura. Cosa impossibile… purtroppo si specula assai sul desiderio che molti hanno di esprimersi attraverso le parole scritte…

  3. Combray ha detto:

    Sono completamente d’accordo con te. Comprai “L’arte del romanzo” martedì 24 dicembre del 1991. Da allora la mia percezione dei classici e del romanzo cambiò radicalmente. Fra i tanti meriti di quel libro, la scoperta di un mondo che a scuola mi era stato precluso. Ho praticamente letto tutti i libri consigliati da Kundera nel libro, ogni tanto lo consulto e con piacere noto che le impressioni di vent’anni fa sono ancora le stesse. Riguardo ai corsi di scrittura, è chiaro che si tratta di un modo come un’altro per spillare soldi a poveri illusi, perchè, detto fra noi scrivere è difficilissimo. Ciao
    Fabrizio

  4. Andrea Pomella ha detto:

    Ce ne sono tanti di libri che “suppliscono” in maniera magnifica al famigerato corso di scrittura creativa. Io ne ho indicato uno, voi ne avete indicati altri, tutti validissimi. So che anche Pamuk ha scritto qualcosa a proposito, ma in Italia non mi risulta che sia stato pubblicato.

  5. stalker ha detto:

    sempre diffidato di corsi e corsetti, dei “professionisti” della scrittura, come dell’arte del treking someggiato o della cucina creativa, tutte cose ovviamente dietro lauto o sfigato compenso, dipende dal posizionamento sociale che si spera di raggiungere staccando l’assegno.
    diciamo che diffido dei “professionisti”, o meglio, mi annoiano mortalemente.
    sarà che credo ancora nella condivisione orizzontale?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: