Scrivere è la ricerca di un’espressione memorabile

21 novembre 2011

Il Corriere della Sera qualche tempo fa lanciò un gioco, il titolo era Un romanzo in sei parole. Il gioco consisteva nel condensare la trama e il senso di un romanzo famoso, appunto, in sei parole. In tempi in cui la comunicazione stabilisce limiti precisi in termini di battute, il gioco possedeva un suo fascino discreto. Assomigliava a una specie di operazione al cuore dei romanzi più amati dai lettori di ogni tempo, un’operazione che si riprometteva di estrarre dal corpo originale del racconto una goccia, un’unica goccia di sangue purissimo, dalla quale risalire all’identità cromosomica letteraria. O almeno io così l’ho interpretata. Ma c’è anche una possibile lettura del gioco in termini di economia delle parole, vale a dire, in tempi come questi, in cui viviamo sotto profluvi di comunicazioni, risparmiare parole, cercare solamente quelle fondamentali, può essere un esercizio assai interessante. Il gioco insomma è a ben vedere una cosa abbastanza seria. In termini strettamente letterari si tratta di una pratica fondamentale a cui ogni scrittore, a mio avviso, dovrebbe dedicarsi. Se è vero che la scrittura è un’arte “per via di levare”, uno come me, andato a lezione di scrittura sui libri di Calvino, non potrà che citare un passaggio dalle Lezioni americane, un estratto dalla Rapidità in cui si legge: “Sono convinto che scrivere prosa non dovrebbe essere diverso dallo scrivere poesia; in entrambi i casi è ricerca d’un’espressione necessaria, unica, densa, concisa, memorabile”. Per concludere, quello che per me è un esempio eccellente di interpretazione del gioco. Chiamati a condensare in sei parole il genio di Melville, un lettore del Corriere, tale albe1979, ha riassunto Moby Dick in questo modo: “La bianca folle ira di Achab”.

Annunci

5 Risposte to “Scrivere è la ricerca di un’espressione memorabile”

  1. iraida2 Says:

    Per me che ogni mattina leggo ciò che scrivi, non c’è una virgola da aggiugere al tuo pensiero.
    Quello della sintesi è un esercizio che conosci benissimo!

  2. philomela997 Says:

    Bella riflessione! (detta da una che ama l’800 russo) ^^


  3. […] Stella d’Occidente Qui troverete articoli di attualità ma anche molti bozzetti, ricordi personali, appunti sul mondo e piccole storie di persone e di vita quotidiana (ad esempio questo o questo), osservazioni sulla scrittura come questa. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: