Il gioco dei Nobel

 

Come ogni anno, con l’approssimarsi del mese di ottobre, iniziano a girare sondaggi, classifiche, elenchi di candidati alla vittoria del premio Nobel per la letteratura. È un gioco sterile, perché a rigore non esistono “candidati”, o meglio, esistono (ne parlava lo stesso Alfred Nobel nel testo delle sue disposizioni testamentarie: “all’atto dell’assegnazione dei premi non si tenga nessun conto della nazionalità dei candidati”) ma all’interno di quel segretissimo conclave composto dagli accademici di Stoccolma. Per qualcuno è pur sempre un gioco, e come tale a giocare non ci sarebbe niente di male. Invece un po’ di male c’è, perché spesso questo genere di classifiche viene orientato e sfruttato a fini commerciali per vendere meglio i libri di determinati autori. In questo 2012, tra bookmaker e apprendisti stregoni si dà per favorito – accanto ai soliti Roth, McCarthy, Oz – il giapponese Murakami (per gli italiani circolano i nomi – tenetevi forte – di Camilleri, Saviano e Maraini). Ora, se proprio vogliamo giocare, si fa presto ad accorgersi di quanto siano ridicole certe affermazioni tipo “Murakami favorito al Nobel”. Per esempio leggendo, come sto facendo io, Libro di memorie di Péter Nádas.

Annunci
6 commenti
    • Andrea Pomella ha detto:

      Non “che dice”, semmai “cos’è”, ed è grandissima letteratura.

      • Grazie sei stato chiarissimo.

  1. Laura Sgarioto ha detto:

    Caro Andrea Pomella,
    mi sembra di capire che il libro le sia piaciuto. E pure parecchio. Questo mi riempie di soddisfazione, perché l’ho tradotto io.
    Caro Andrea, lei non è certo l’unico a dimenticarsi di indicare il nome del traduttore nelle sue recensioni. In Italia è un vizio diffuso e inveterato.
    Eppure basterebbe così poco per rispettare un diritto – sancito dall’ art. 70, comma 3 della legge sul diritto d’autore: http://www.interlex.it/testi/l41_633.htm#70 – e strappare anche un sorriso a una persona come me, che ha trascorso un anno e mezzo della sua vita su quelle pagine.
    Grazie comunque per la sua bella recensione del 25 settembre.
    Cordialmente,
    laura sgarioto

    • Andrea Pomella ha detto:

      Ho rimediato, nel senso che ho aggiunto il suo nome nella recensione del 25/9. E complimenti per l’impresa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: