A professo’!

8 ottobre 2012

Sabato mattina a Roma ho partecipato a un bel convegno, io dovevo parlare della differenza che c’è tra le parole povertà e miseria. Il convegno era in un posto dove di solito non si fanno i convegni, nella sala mensa di un centro di accoglienza per senza dimora. Il pubblico era composto da studenti delle scuole superiori e dagli ospiti del centro di accoglienza. Prima del convegno mi sono fermato a parlare con un altro relatore, eravamo entrambi sulla rampa d’ingresso della sala mensa. Sotto la rampa c’era un uomo con uno strano cappello e una lunga barba grigia che compilava un questionario, nel questionario era richiesto di descrivere con tre parole il significato del termine povertà. “Mejo de noi non lo pò sape’ nessuno”, ha commentato l’uomo. Qualche minuto più tardi, dopo aver finito di compilare le domande, l’abbiamo sentito chiamare: “A professo’!”. D’istinto, sia io che l’altro relatore ci siamo voltati. E lui, con un mezzo ghigno sornione: “Anvedi questi, in due se so’ girati! E se je dicevo A cojo’?”

Annunci

Una Risposta to “A professo’!”

  1. elisa Says:

    ..non era sinonimo professo’ spero 🙂
    Certi momenti così, pure con il retroterra tragico che hanno, danno un senso al vivere la giornata.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: