Vuoti d’aria

5 novembre 2012

Domenica esco dopo pranzo e faccio un giro per le strade desolate del quartiere. Piove un po’, davanti al supermercato c’è un uomo e una donna che pranzano con del cibo in scatola, venti metri più avanti un tizio seduto all’angolo del marciapiede che arrotola una sigaretta osservandola in controluce. Entro nel supermercato e compro un paio di lacci per le scarpe, una confezione di pere e una bottiglia di vino. Il supermercato è deserto come le strade. C’è solo una piccola, grigia fila alla cassa, persone silenziose e curve che aspettano il loro turno. Il cassiere batte i conti con una lentezza mortificante, nessuno però si lamenta, nessuno ha fretta. Abbiamo tutti l’aria paziente, mentre aspettiamo nella puzza di pioggia dei cartoni stesi all’ingresso e nei penosi vuoti d’aria della vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: