Correva troppo per essere una casa

22 gennaio 2013

Casa mobile

Guidando all’altezza dell’autostrada, nell’alba fumosa e gelida di gennaio, mi ha sorpassato una casa. Una casina di legno col tetto a due spioventi, le finestre col davanzale per i vasi di fiori, con le ruote e tutto il resto, che andava a una velocità quasi doppia della mia. Mi sono chiesto: “Che ci fa una casina di legno col tetto a due spioventi sulla corsia di sorpasso dell’autostrada?” E poi: “Perché stamattina non ho alcuna fretta e vado così piano da farmi sorpassare perfino dalle casine di legno coi tetti a due spioventi, le finestre col davanzale per i vasi di fiori e tutto il resto?” Ci ho messo un po’ per darmi le risposte giuste, ossia che la casina di legno col tetto a due spioventi  era un prefabbricato montato su un rimorchio per case mobili, e che in autostrada vado piano perché non provo un briciolo di interesse nel lavoro che vado a fare ogni mattina. Però correva troppo per essere una casa.

Annunci

2 Risposte to “Correva troppo per essere una casa”

  1. anonimo Says:

    probabilmente la casa stava andando a una riunione condominiale.

  2. anonimo Says:

    o forse fuggiva dall’imu.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: