Autopsia di un titolo di giornale

3 aprile 2013

titolo corriere

Oggi sul corriere.it c’è un titolo che fa così: “Milano, un cadavere in pieno centro. Potrebbe essere un senzatetto”. Messa così la notizia ha una molteplicità di sottotesti.

  • Sottotesto n. 1: È un senzatetto, quindi niente paura, sono morti che capitano.
  • Sottotesto n. 2: Non è morto di freddo, perché non è stagione per morire di freddo. Se fosse morto un paio di mesi fa sarebbe rientrato nella casistica delle vittime del “freddo killer”.
  • Sottotesto n. 3: Ai fini della notizia il fatto che si tratti di un senzatetto è più importante di tutto il resto, e per tutto il resto si intende, per esempio, se il cadavere è di un uomo o di una donna, particolare che al titolista del corriere.it evidentemente non interessa.
  • Sottotesto n. 4: L’accostamento tra “senzatetto” e “pieno centro” è molto più sensazionale di “inquilino” e “periferia”.
  • Sottotesto n. 5: In effetti se la notizia fosse stata “Milano, un cadavere in periferia. Potrebbe essere uno che abitava da qualche parte” sarebbe stata una vera schifezza giornalistica.
  • Sottotesto n. 6: Però, se in effetti il cadavere non fosse stato di un senzatetto ma di uno con un tetto, a rigor di logica anche un titolo di quel genere non avrebbe fatto una piega.
  • Sottotesto n. 7: Il titolo sul corriere.it è una vera schifezza giornalistica.
Annunci

7 Risposte to “Autopsia di un titolo di giornale”


  1. La cosa più orrenda mi sembra “in pieno centro”, con o senza associazione con senzatetto. Cioè: l’associazione “cadavere” e “pieno centro”: come fosse una cosa ontologicamente impossibile, un attrito logico, una scintilla sociale disgustosa.

  2. Fabio Viola Says:

    Significa: “ho letto un’agenzia, l’ho copiata di sana pianta e non ho idea di cosa sto parlando”.

  3. Andrea Pomella Says:

    L’uso del condizionale poi è favoloso. Potrebbe essere un senzatetto, ma finché non abbiamo una notizia certa potrebbe essere anche un alieno, o una ballerina del Bolshoi, o un allevatore di struzzi australiano. Sottotesto n. 8.

  4. ES Says:

    Le tue osservazioni non fanno una piega, e l’articolo del corriere è una vera schifezza, come è uno schifo che i “morti per freddo” siano riportati nella pagina del meteo (come ho letto anche nel tuo saggio sulla povertà con grande rabbia) e tutto questo indigna, dà la nausea.
    Mentre una nota ridicola, che fa indignare sì, ma che supera ogni limite del grottesco, risale a pochi giorni fa, quando per caso ho letto un articolo sul messaggero online di un giornalista che aveva evidenti trascorsi da assiduo lettore di Harmony e Liala, e che raccontava di due tipi sorpresi nei pressi della stazione a far sesso, raccontando la cosa più o meno così: “i due travolti dalla passione non si sono fermati davanti al pericolo di essere scoperti…. le loro posizioni sono al vaglio della polizia ferroviaria (nota dello scrivente: sono stati ripresi da una telecamera a circuito chiuso), …. evidentemente i finestrini dell’automobile non si sono appannati adeguatamente”
    Insomma, non era certo informazione, ma come barzelletta funzionava bene.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: