Tre cose

4 giugno 2013

La prima. Mi fanno sorridere le facce degli sconosciuti che incontro sul marciapiede quando cammino mano nella mano con mio figlio e mio figlio dice a questi sconosciuti “ciao” oppure “buongiorno”. Più che le facce, mi fanno sorridere le voci di questi sconosciuti, il modo in cui rispondono a mio figlio che gli dice “ciao” oppure “buongiorno”, il loro modo sorpreso e imbarazzato di pronunciare a loro volta “ciao” oppure “buongiorno” in risposta a mio figlio, che per quanto li riguarda è niente più che un bimbo sconosciuto che prova a mettere in pratica i primi rudimenti della buona educazione che suo padre e sua madre stanno cercando di imbeccargli.

La seconda. Ieri sera in televisione ho visto un documentario disgustoso su della gente appassionata di modificazioni corporali, vale a dire su della gente che si è fatta, per esempio, dividere in due la lingua in modo da avere la lingua biforcuta come i rettili, oppure gente che si è fatta impiantare in un braccio delle palline sottopelle, in modo che il braccio assomigli a una specie di schiena inarcata da cui sporge il rosario delle vertebre. Ieri sera ho dovuto guardare questa cosa perché sul mio televisore la metà utile dei canali era fuori uso, e il tecnico che abbiamo chiamato ci ha detto che per riparare questa metà utile dei canali ci vogliono cinquantasei euro e non sono tempi da spendere cinquantasei euro, perciò nelle prossime sere dovrò abituarmi a guardare in televisione documentari sempre più disgustosi, oppure mangiarmi un gelato fissando la parete, oppure farmi una passeggiata, oppure andare a letto presto.

La terza. Sulla buganvillea in balcone sono spuntati due fiori rosa che nei giorni di pioggia luccicano come i peduncoli di una stella marina.

Annunci

9 Risposte to “Tre cose”

  1. anonimo Says:

    l’uomo-serpente rivolse le pupille a fessura verso mio figlio e sibilo`: “buongiorno. si scrive bougainvillea”.


  2. Potevi startene sul balcone a guardare i fiori rosa della bouganville(a?). 😀

  3. Andrea Pomella Says:

    Volevo vedere se siete attenti.


  4. ah ma io non lo so, citavo l’anonimo eh. Ho solo rose(a?)

  5. anonimo Says:

    la donna-drillo si gratto` le placche cornee sul dorso e spostando la sigaretta all’angolo triste delle fauci ruggi` sordamente: “buongiorno. manca ancora la i, perdiana”.

    • Andrea Pomella Says:

      Amico anonimo, prima che perdo la pazienza e frullo dal balcone la bella pianta per sostituirla con un vaso di comunissimi gerani, faccio l’ultimo tentativo: “Buganvillea”, alterazione di uso comune del termine scientifico “Bougainvillea”.

      • anonimo Says:

        il cane-uomo si tocco` le orecchie glabre con un lieve imbarazzo e mugolo`: “buongiorno. lo apprendo ora. dunque va benissimo, e chiedo scusa per la protervia”. poi arrotolo` la coda e fini` il suo pasto di gerani.

  6. Andrea Pomella Says:

    No, quale protervia. Sappi però che d’ora in poi ti spedisco le bozze.

  7. dorotea Says:

    Spero proprio di incontrare te e tuo fuglio un giorno lungo un marciapiedi! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: