Coniglietti neri e coniglietti bianchi

22 luglio 2013

Conigli bianchi

Ieri sera guardavo in Tv un film d’azione (la definizione di film d’azione è controversa, ci sono azioni anche nei film di Andrei Tarkovsky, ma non per questo i suoi film vengono definiti d’azione). Nel film c’è un tizio che ha dimenticato la memoria di sé e gli hanno combinato qualcosa a livello neuronale, questo tizio passa un’ora e mezza a fare a botte e a capitombolare in una metropoli del futuro inseguito da poliziotti robot e da una ex moglie supercattiva. C’è, appunto, talmente tanta azione nel film che la cosa sconcertante è che a un certo punto, quando nel film il tizio smemorato entra in una casa e si siede al pianoforte e inizia a suonare senza ricordare neppure di saper suonare il pianoforte, beh, quella pausa è così inattesa da funzionare nello spettatore come un violento colpo di scena, talmente violento da annullare l’effetto di tutto il superfico inseguimento nella metropoli + botte + spari, eccetera. Quello che voglio dire è che se in una fila di coniglietti bianchi a un certo punto c’è un coniglietto nero, quel coniglietto nero vale come se in una fila di coniglietti neri a un certo punto ci fosse un coniglietto bianco. Però, per qualche strana ragione, il pubblico di massa preferisce i coniglietti bianchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: