Poter chiamare il lettore al telefono tutte le volte che ti gira

25 febbraio 2014

Io, se fossi un lettore che legge un mio libro, resterei molto deluso da me stesso, perché non sono una persona interessante, e di certo quando si legge un libro ci si aspetta – chissà perché – che chi l’ha scritto sia una persona più interessante della media delle persone, mentre in realtà è l’esatto contrario, ossia sono gli altri a essere interessanti, perché se così non fosse gli scrittori non cercherebbero ispirazione negli altri, voglio dire, nei non scrittori e più in generale nei lettori, perciò è così che dovrebbero andare le cose, dovrebbero essere gli scrittori a rincorrere i lettori, a essere curiosi di loro, a voler scoprire come sono nella vita di tutti i giorni, a desiderare – per dirla al contrario di quella cosa famosa di Salinger – che il lettore sia un “amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira”.

Annunci

Una Risposta to “Poter chiamare il lettore al telefono tutte le volte che ti gira”

  1. poetella Says:

    oh…che bella riflessione.
    Quoto in pieno.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: