Traiettorie di futuro

26 febbraio 2014

Ho sentito alla radio il capo area sicurezza alimentare della Coldiretti, Rolando Manfredini, dire che ai giovani manca una “traiettoria di futuro”, è un’espressione che mi ha fatto venire in mente quei titoli che certi cattivi poeti mettono alla loro silloge autoprodotta, allora ho fatto una piccola ricerca e ho scoperto che anche in altre occasioni Coldiretti ha parlato di “traiettorie di futuro”, per esempio ne ha parlato il presidente della Coldiretti bergamasca, Roberto Brivio, che a proposito di lavoratori immigrati ha dichiarato: “Per noi contrastare atteggiamenti illegali significa anche garantire la libera concorrenza e permettere all’imprenditoria onesta di potersi confrontare sul mercato a parità di condizioni e di costi consentendo loro di poter avere una traiettoria di futuro”, ma anche il presidente nazionale Roberto Moncalvo alla domanda: “Perché tanti giovani oggi scelgono di fare impresa in agricoltura?”, ha risposto: “Perché qui intravedono una traiettoria di futuro”, e poi ancora l’ex presidente Sergio Marini che una volta ha detto: “Se anche gli altri settori dell’economia iniziassero a recuperare da quello che abbiamo di unico ed esclusivo e, pertanto, inimitabile, e su quello costruissero una traiettoria di futuro, questa sarebbe l’Italia che si proietta nel mondo”, infine Domenico Roselli di Coldiretti Avellino che ha detto: “Ritengo che qualsiasi decisione in merito debba tenere nella dovuta considerazione tutte quelle esplicitazioni operative espresse dal settore agricolo, per le corrette traiettorie di futuro che esse possono rappresentare in un Comune a forte vocazione agricola”, alla fine di tutto questo ho pensato che se una possibile definizione di “traiettoria” è “Parabola percorsa dal baricentro di un corpo lanciato nello spazio dal punto di partenza a quello di arrivo, a Coldiretti vedono il futuro come un corpo dotato di baricentro, un corpo che prima o poi andrà a sbattere contro qualcosa (che sembianze ha questo corpo-futuro? in che consiste il “qualcosa” contro cui il corpo-futuro si infrangerà?), e tutto ciò lo trovo filosoficamente incantevole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: