Conosco molti scrittori che se smettessero di scrivere sarebbero persone più felici

Scrivere, per chi lo pratica con una certa continuità, è un’ossessione, qualcuno ha detto che è come una forma di innamoramento, e in effetti anche le forme di innamoramento sono, nella maggioranza dei casi, ossessive, così chi è affetto da questa ossessione si ritrova per molte ore durante il giorno a pensare a cosa scriverà o a cosa potrebbe scrivere, allo stesso tempo è – come tutti gli ossessivi – consapevole di quanto sia insensata la sua ossessione, ovvero di quanto scrivere sia in definitiva molto meno importante di altre centomila cose più importanti alle quali però dedica molto meno del suo tempo riflessivo, e si impegna in una lotta per sottrarsi al potere della sua fissazione, ma è una lotta vana, una lotta che, anzi, alimenta la fissazione, in conclusione penso di conoscere molti scrittori che se smettessero di scrivere sarebbero persone più felici.

Annunci
6 commenti
    • Andrea Pomella ha detto:

      Campagna di sensibilizzazione contro i romanzi randagi: “Se smetti di scrivere il bastardo sei tu”.

  1. una malata chiede: ci sarebbe una curetta… disintossicamnte?

  2. [anche molti lettori ne trarrebbero vantaggio]

    e poi “l’essere è più del dire” (G.Giudici)

  3. speakermuto ha detto:

    Io ultimamente sto cercando di smettere di suonare. Spero di togliermi l’ossessione di seguire o inventare melodie e immaginarne la diteggiatura sulla chitarra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: