Una cosa che se il buon Dio esistesse veramente passerebbe il suo tempo a riderci dietro

6 maggio 2014

Ho letto di un nobile inglese, il conte di Lonsdale, il quale oppresso dai debiti ha messo in vendita il proprio titolo nobiliare e una montagna di sua proprietà, al che ho pensato che è molto strano che un uomo possieda una montagna, è molto strano e molto ridicolo, perché un uomo può campare al massimo un centinaio d’anni mentre una montagna ozia al mondo per qualche milione di anni, ed è molto strano e molto ridicolo che un pivello planetario dica che la montagna, questa enorme vecchia tartaruga geologica, è di sua proprietà, e che a un certo punto la metta in vendita, e che un altro pivello planetario se la compri in modo da poter dire: “Questa montagna è mia!”, che insomma il concetto di proprietà relativo alle montagne, ai laghi, alle terre e grossomodo a tutti i luoghi della biosfera (ma la stessa cosa potrebbe dirsi delle opere d’arte, tanto dei quadri e delle sculture quanto dei palazzi antichi, dei castelli, delle dimore storiche e di tutti i prodotti dell’ingegno) è una cosa che se il buon Dio esistesse veramente passerebbe il suo tempo a riderci dietro.

Annunci

Una Risposta to “Una cosa che se il buon Dio esistesse veramente passerebbe il suo tempo a riderci dietro”

  1. Demian Says:

    Mi ha riportato alla mente un racconto di F.S. Fitzgerald, Il diamante grosso come il Ritz.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: