La guerra santa

5 settembre 2014

Alle sei del mattino mi alzo dal letto, accendo la Tv e guardo un programma in cui si racconta la storia di una ragazza inglese bulimica che due volte al giorno si chiude in camera e di nascosto dai genitori ingurgita il corrispettivo di tremila calorie in barrette di cioccolato. Intervistano il padre, un inglese coi capillari scoppiati, che si dice molto incazzato con la figlia perché la figlia, dice, gli frega i suoi adorati Crunch al cioccolato, così – dice – lui è costretto a nascondere le sue scorte di Crunch nel bagagliaio della macchina. La figlia però, che è una tipa sveglia, ha scoperto il nascondiglio del padre grazie al cane di famiglia, una specie di border collie che lei stessa ha addestrato per scovare barrette al cioccolato tra le macerie di questa vita. Insomma, io sto sul divano alle sei del mattino, depresso, con gli occhi pesti e il cervello fuso, a guardare questa cosa perché non ho altro di meglio da fare. Allora cambio canale, ascolto la prima notizia del Tg: “I bookmaker inglesi non hanno dubbi: Nel toto-fidanzata di Balotelli, Rosie è già quotata a 3,50”. Seriamente: davvero vogliamo fare la guerra santa perché il califfato è il medioevo?

Annunci

5 Risposte to “La guerra santa”

  1. gianni montieri Says:

    bella riflessione frate’, sul serio.
    Nota a margine: non dico che devi ballare (mai), alle sei del mattino, ma magari un po’ di musica.
    ti voglio bene, quota bassa, se ci scommetti non vinci niente.

  2. Fernando Says:

    è la resa di un’epoca


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: