Arrivare

11 giugno 2015

A giugno, più che in altri mesi dell’anno, sento le persone dire: “Non ce la faccio più, sono arrivato”. Lo dicono lamentandosi della vita pesante, della routine. Ieri mattina l’ho detto anch’io, ho detto che sono arrivato. Ma arrivato, dove?

Umberto Eco ha detto che internet ha dato diritto di parola agli imbecilli: prima parlavano solo al bar e subito venivano messi a tacere. Giorni fa in un bar di Testaccio c’era uno che chiedeva a un altro: “Ma tu, quando compri qualcosa, non provi un senso di sconfitta?” Al bar tutti hanno fatto come se niente fosse.

Annunci

Una Risposta to “Arrivare”

  1. ginevra Says:

    mai. non lo provo mai.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: