Colpi

5 settembre 2015

In una piazza di Saint-Rémy-de-Provence mio figlio si è messo a giocare a pallone con un ragazzino spagnolo. Il ragazzino aveva sette, otto anni. Non era particolarmente bravo, e neppure particolarmente loquace. A un certo punto al ragazzino spagnolo è riuscito un colpo sensazionale: la bicicletta. È il colpo che fa Osvaldo Ardiles in Fuga per la vittoria. Ossia, mentre correva ha bloccato la palla a tenaglia tra i piedi, l’ha sollevata col tacco, e ha scavalcato mio figlio con un pallonetto. Dai tavoli dei bar si è levato un oh collettivo. Poi, senza scomporsi, il ragazzino spagnolo ha ripreso a giocare, quasi non si fosse nemmeno accorto del suo gioco di prestigio. Ha continuato a gingillarsi in un’onesta, infantile mediocrità.

Il calciatore Alessandro Matri, appena acquistato dalla Lazio, è sbarcato all’aeroporto di Fiumicino e ha dichiarato: “C’è voglia di fare bene, abbiamo tempo per lavorare, da oggi mi metto a disposizione del mister”. La dichiarazione è stata rilanciata da quasi tutte le testate giornalistiche. Mi sono chiesto che sarebbe successo se avesse declamato una poesia cinese breve dell’epoca Tang.

Annunci

Una Risposta to “Colpi”

  1. poetella Says:

    La tua domanda ahimè resterà senza risposta…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: