Ceffi

1 ottobre 2015

Al semaforo sono passati due brutti ceffi, uno dei due teneva un grosso cane al guinzaglio, uno di quei cani che se fosse una persona sarebbe anche lui un brutto ceffo, questi due più il cane hanno attraversato la strada nonostante per loro fosse scattato il rosso, hanno attraversato la strada con passo indolente, lanciando occhiate provocatorie agli automobilisti ancora fermi al semaforo, il senso delle occhiate provocatorie era: “Vediamo chi è il primo che suona il clacson”, ma nessun automobilista ha suonato il clacson, quindi i due ceffi più il cane hanno raggiunto l’altra sponda, a quel punto uno dei due s’è voltato di scatto verso gli automobilisti, ha imitato il suono del clacson, ha urlato: “Peeeee!”, l’altro ceffo ha riso, il cane ha abbaiato, a me è squillato il cellulare, era dall’Inps.

Abbiamo guardato in televisione Cronache di frontiera, un documentario sulla vita nella periferia romana, nel documentario c’era un tizio, fra i trenta e i quaranta, parquettista disoccupato, che diceva: “Aò, io ero bravo, co’ du’ pezzetti de legno te facevo la rosa dei venti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: