L’invisibile evidente

Ho passato la mattina a guardare in Tv l’hockey su ghiaccio, non avevo mai guardato prima una partita di hockey su ghiaccio, l’hockey su ghiaccio è strano, ci sono dodici giocatori che si contendono un disco minuscolo, lo spostano in continuazione da una parte all’altra del campo, il disco è così minuscolo che sfugge all’occhio dello spettatore, così, astraendosi dalle traiettorie del disco, l’effetto generale assomiglia a una coreografia di pattinatori ubriachi, di grossi intabarrati pattinatori ubriachi con tre gambe – la terza gamba è il bastone ricurvo che muovono davanti a sé come se fosse l’organo direzionale di una piccola imbarcazione –, tuttavia il disco è il cuore del gioco, il disco determina il risultato, è come il Dio di Victor Hugo, è “l’invisibile evidente”.

Annunci
1 commento
  1. Hai trovato grazia in un apparente violento disordine. Un bel modo di osservare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: