Guardo

18 luglio 2016

Al parco, seduto al bar, con mio figlio che tira giù d’un sorso un bicchiere di succo alla pera, guardo; guardo due ventenni che discutono di soldi, di marchi registrati, di società vecchie da chiudere e di società nuove da costituire, mezz’ora prima eravamo cento metri più in là a passeggiare lungo la riva del laghetto, e adesso siamo seduti qua – prima là ora qua –, guardo perdutamente le acque limacciose del laghetto, meditando davanti alla penetrante malinconia del crepuscolo, guardo questi due che discutono di soldi con una disinvoltura che mi atterrisce, non perché mi atterriscano i soldi, ma perché mi atterrisce la disinvoltura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: