Cos’è per te la danza?

C’è una nuova radio che ascolto da qualche tempo. Gli speaker di questa radio stremano la voce per renderla sofferta, in quella che secondo loro è una buona approssimazione della sofferenza del rock. Una mattina di queste, mentre ascolto questa radio-sofferenza, lo speaker di turno (sono le sei e quaranta del mattino) annuncia I Was Made for Lovin’ you dei Kiss con voce sofferta, dopo aver fatto delle allusioni sessuali sulle coppie che si svegliano presto e fanno colazione insieme (le allusioni sessuali consistono nel giocare sulla natura della colazione che questi qui, secondo lui, si apprestano a fare), lo speaker di turno insomma, con voce sediziosa, oltreché sofferta, in quella che secondo lui è una buona approssimazione della sedizione del rock, proclama: “È l’ora di sfoggiare tutte le vostre abilità danzerecce!”; e via coi Kiss. Sono le sei e quaranta del mattino, zero gradi e una muraglia angosciante di nuvole che si addensa nel cielo.

Sul banco dell’accoglienza nella scuola in cui lavoro giorni fa qualcuno ha lasciato delle cartoline su cui c’è scritto: “Cos’è per te la danza?”.

Annunci
1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: