Il dubbio è politeista

14 giugno 2017

Le persone di successo hanno grandi certezze, posizioni strutturate, idee chiare e nette, si scelgono una parte e la difendono, costruiscono torri dalle quali risultano inattaccabili, il che contribuisce a creare la loro identità, che è un’identità sempre peculiare. Ho letto l’intervista di ieri sul Corriere a Zadie Smith. Alla domanda «Come difendere i minori?», risponde: «Bisogna esercitare il potere al meglio. Io per esempio non ho lo smartphone e quindi posso dire a mia figlia, di sette anni, che lei non ce l’ha perché io non ce l’ho». Il messaggio è chiaro, non sta dicendo che sua figlia di sette anni non ha lo smartphone, non sarebbe una notizia, sta dicendo che LEI non ha lo smartphone. Poi le chiedono: «C’è qualcosa che lei odia?», e prontamente risponde: «La tv». Posizioni strutturate, idee chiare e nette. L’identità. La torre. Franzen odia i social; Smith odia gli smartphone e la tv.

Ma anche i frustrati, i falliti, i delusi, fanno lo stesso. Non hanno incertezze, solo incrollabili convincimenti. Sanno indicare il male con un dito, o perlomeno quello che secondo loro È il male. Non dubitano. Questo fanno.

Quando compro il gelato a mio figlio, lui sceglie sempre gli stessi gusti: fragola e cioccolato. Se gli chiedo: «Quale dei due è il tuo gusto preferito?», lui risponde: “Tutti e due”. Al che gli dico: “Devi sceglierne uno”. E lui insiste: “Tutti e due”. Lo critico, gli dico che tra fragola e cioccolato ci dovrà pur essere un gusto che prevale. Ma niente. Si rifiuta di fare la scelta. Gli dico che è importante fare delle scelte, prendere una parte, che è attraverso le scelte che si costruisce l’identità. Lui mi guarda con gli occhi invasi dal dubbio.

Penso di sbagliare quando impongo a mio figlio una scelta tra fragola e cioccolato. Penso che invece dovrei coltivare quella cosa che gli traspare negli occhi. Il dubbio. A tal proposito ha scritto Tabucchi: “Il dubbio, come la letteratura, non è monoteista, è politeista. Peraltro le conseguenze dei pensieri mo­noteisti, che non nutrono alcun dubbio, sono sotto gli occhi di tutti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: