Attenti al dromedario

Stamattina guardavo la televisione, c’era Simone Cristicchi che raccontava di Benito Jacovitti. Cristicchi ha detto che da ragazzo cercò sull’elenco del telefono di Roma il numero di Jacovitti, lo chiamò e gli disse che voleva conoscerlo. Jacovitti gli rispose: “Vieni mercoledì”, e riattaccò. Cristicchi andò mercoledì. Ha detto che sul cancello della casa di Jacovitti c’era scritto “Attenti al dromedario”. Non ha detto a che ora andò a casa di Jacovitti, sebbene a quel punto mi sembrasse un elemento importante del racconto, visto che Jacovitti aveva detto “Vieni mercoledì”, senza specificare l’ora. Così mi sono chiesto a che ora sarei andato io se fossi stato Cristicchi. E dopo tanto pensare ho concluso che sarei andato alle quattro e mezza del pomeriggio. E questo perché se c’è un’ora del giorno armoniosa e bilanciata, un’ora del giorno – per così dire – euclidea, per me quell’ora è le quattro e mezza del pomeriggio. Quindi se mi dite che ci vediamo mercoledì, io che sono una creatura razionalmente rigorosa, geometrica, assennata, io arrivo alle quattro e mezza del pomeriggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: