L’umano non è politico

Il problema che abbiamo con le notizie, coi fatti di cronaca, con tutto ciò che accade sul fronte esposto della pubblica opinione, è che non badiamo più al nucleo caldo che chiamiamo “umano”, ma puntiamo alla nebulosa che lo avvolge, perché abbiamo bisogno di usare le persone per avvalorare la nostra idea di mondo o per svilire l’idea di mondo che hanno i nostri avversari. In questo modo ogni fatto che accade diventa politico. Non ci accontentiamo di pensare che il carabiniere ucciso è un uomo morto ammazzato, una vita che scompare, un nembo di cose passate, di esperienze e di affetti, di percezioni e di identità, un gioco profondo di differenza e ripetizione che si perpetua per un numero di anni e che poi, a un certo punto, si sgretola. Non ci interessa l’aspetto primario e determinante dell’umano, ma la nebulosa pubblica, l’apparenza, la materia malleabile, tutto ciò che si può distorcere a piacere. L’umano non è malleabile, l’umano è una verità incontrovertibile. E soprattutto l’umano non è politico. A me fa molta paura che la mia esperienza di vita, con tutte le sue indicibili complessità, possa in qualsiasi momento essere ridotta a un fenomeno politico, che la mia carne e la mia storia diventino il fossato di demarcazione su cui lasciare che infuri una battaglia, per una settimana o per un giorno. Eppure, a me sembra chiaro, siamo tutti disposti a seppellire l’umano che è in noi. Sono tempi in cui crediamo di esporre pubblicamente noi stessi e il nostro privato, ciò che profondamente siamo, per poi accorgerci che quando diventiamo interessanti per l’opinione pubblica, l’opinione pubblica si serve solo dell’apparenza di ciò che siamo, lasciando che tutto lo spazio profondo che ci rende unici e irripetibili resti inaccessibile. È per questo che se c’è una cosa in cui ancora credo, questa è la letteratura. Perché alla letteratura interessa il cuore di ogni esperienza, il nucleo che per sua natura è immodificabile. Andare lì in fondo a scovarlo è per me ancora un’avventura tra le più coinvolgenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: