archivio

Archivi tag: carlo gallucci

Ieri Carlo Gallucci mi ha detto: “Il suo libro è un memoriale, dovrebbe essere chiamato così, è un genere nobile nella tradizione italiana, pensi a Volponi”.

Nella lingua italiana la parola memoriale ha molti significati. La Treccani elenca questi:

  1. Che ha per fine di ricordare o di commemorare;
  2. Che raccoglie notizie e documenti di determinati fatti storici o comunque di rilievo, oppure disposizioni, istruzioni per cose che si desidera far fare, oppure richieste, suppliche;
  3. Libro o scrittura contenente notizie, istruzioni da tenere a mente;
  4. Con altra accezione, nella liturgia della messa, sinonimo di anamnesi, cioè la prima parte della prece eucaristica che segue la consacrazione del pane e del vino;
  5. Opera manoscritta o stampata a cui è affidata la narrazione di fatti importanti di cui si è stati protagonisti o testimoni;
  6. Raccolta di memorie relative alla vita e all’attività di qualche illustre personaggio;
  7. Documento, opuscolo, breve scritto contenente, in forma di appunti sommarî, o di abbozzi d’idee, istruzioni o disposizioni;
  8. Scritto col quale s’invoca una grazia.

Penso che, di tutti, l’ultimo è quello che meglio definisce il mio memoriale.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: