archivio

Archivi tag: nazioni unite

Qualche giorno fa sfogliando i giornali mi sono imbattuto in una notizia che deturpa il mondo. L’esercito USA ha inserito la gravidanza tra le proibizioni per le soldatesse impegnate nel fronte nord dell’Iraq. Sembra che neppure gli alti gradi dell’esercito americano ricordino un precedente a un divieto del genere. Un documento delle Nazioni Unite riconosce alle donne, tra le altre cose, i diritti riproduttivi e il diritto alla dignità, principi basilari che vengono calpestati in un colpo solo da questa decisione. La minaccia della corte marziale riguarda anche i padri, inclusi i legittimi mariti. A quanto pare i motivi che hanno spinto il comando statunitense a emettere un ordine del genere andrebbero rintracciati nella penuria di forze in campo e nell’impossibilità di garantire ricambi e rinforzi dopo otto anni ininterrotti di guerra. Ho pensato così di scrivere dei versi, perché ho sempre pensato che gli eserciti rappresentino un’aberrazione umana e perché, riflettendo su questa notizia, mi sono accorto che la definizione di “donna-soldato” è una turpitudine linguistica, una perversione dell’uomo.

.
INSUBORDINAZIONE

Lei svelta di tacchi corre
al posto di guardia c’è un foglio
con l’orlo sbalzato e una dentatura ufficiale
una notizia del comando generale:
Ordine alle donne-soldato, vietato rimanere incinta!

vietato al grembo di ingrossarsi
vietata alla vita di uscire piangendo
vietato il cielo e vietate le stelle
vietato tutto ciò che è contrario alla causa delle forze
di terra
la vita è cosa marcia e mediocre in un fronte
di guerra

lei “donna-soldato”
– una parola incoerente un ossimoro
una contraddizione in termini –
ora sa
che se per pura sventura o malasorte
nel suo ventre materno sotto il giubbotto a lama di ceramica
spunterà una bomba a mano rotonda e piccola
e viva
che non fa parte della dotazione originale
che non farà polpette di carne delle anche di un bambino
che non sopprimerà orchi e babau
un tribunale militare ne chiederà conto
col capo d’accusa di insubordinazione

Così la più
ricca
civile
potente
democrazia occidentale
manda la procreazione davanti

a una corte marziale

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: