archivio

Archivi tag: senofonte

Succede più o meno un anno e mezzo fa che un Bossi allora esponente di spicco del governo Berlusconi quater si lascia andare a una dichiarazione che rappresenta uno dei suoi cavalli di battaglia politici: “La maggior parte dei furti li fanno i rom”. La dichiarazione mi ricapita sotto mano quasi per caso mentre leggo un pezzo di cronaca locale in cui si parla con toni altisonanti di un furto sventato in un supermercato di Roma. “La giovane” – si legge nel pezzo – “si era impossessata di diversi generi alimentari ed eludendo i controlli si era poi allontanata. Ma i suoi movimenti non sono sfuggiti alla responsabile del supermercato che l’ha inseguita e braccata. […]Fortunatamente per lei e malauguratamente per la ladra, è prontamente intervenuta una pattuglia di servizio dei Carabinieri”. Toni da 007 Missione goldfinger. Ora mi chiedo come mai chi viene colto a rubare per fame viene mostrato a dito e giustiziato dall’opinione pubblica e dai mezzi di informazione, mentre chi usa i soldi pubblici per mettere benzina alla Porsche, comprare lauree e ristrutturare ville private ha diritto alle garanzie processuali e soprattutto lessicali per cui ci si guarda bene (soprattutto nei media) dal definirlo “ladro”? Senofonte diceva: “Quanto più uno è ladro tanto più è autorevole”. È allora più ladro un rom sorpreso a scippare o un governante in giacca e cravatta che fa uso privato del denaro pubblico?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: